Carrello vuoto  
Redazionali
Trasporto gratuito
Gli occhi e le radiazioni solari
Proteggiamoli per preservarne la salute
I raggi solari sono pericolosi per la salute degli occhi

Mentre la pelle si scurisce, si inspessisce e sviluppa vitamina D con le radiazioni solari, gli occhi diventano più sensibili ad ogni esposizione solare, fino a sviluppare vere e proprie infiammazioni (come la fotofobia, la lacrimazione eccessiva).

Gli occhi chiari sono i più sensibili alle radiazioni solari, mentre quelli scuri tollerano meglio il sole; un pò come accade per la pelle, le pelli più chiare si scottano facilmente, mentre le più scure si abbronzano senza scottature.

Il riverbero del sole è molto dannoso per la salute degli occhi.


Esistono quattro tipi di riverbero: distraente, fastidioso, invalidante, accecante; e per ognuno è bene adottare adeguate misure protettive, come gli occhiali da sole certificati e con sistema antiriflesso.

E' convinzione comune che se il cielo è annuvolato le radiazioni siano meno pericolose; non è così.
Perchè nelle giornate "coperte" le nuvole filtrano solo il 20% dei raggi, ma non bloccano il restante 80 %; inoltre le superfici come acqua, cemento, neve e sabbia (soprattutto spiagge bianche) aumentano il rischio di infiammazione per gli occhi.
La riduzione dello strato di ozono è un altro motivo di pericolosità delle radiazioni, sia per la pelle che per gli occhi, perchè l’eccesso di raggi UV può danneggiare il cristallino riducendone la trasparenza e provocando danni che possono aggravarsi con l’età.

La quantità di radiazioni solari varia con la posizione e l'altitudine: in alta montagna, al mare, o al lago la quantità di riflessi della luce è molto più elevata e quindi dannosa.
Sulla neve, dove il riflesso è veramente accecante, è ancora più intensa.

Tutto ciò porta ad una sola conclusione: non esporsi per troppe ore al sole, non esporsi durante le ore centrali della giornata e utilizzare sistemi di protezione adatti, per la pelle e per gli occhi.

Per esposizioni superiori a 20-30 minuti bisogna usare occhiali da sole e cappello con visiera.

Gli occhiali da sole devono avere un certificato del produttore che dichiara il grado di protezione dai raggi UV, se possibile anche con sistema antiriflesso.

Il sole e' dannoso anche quando si fa il bagno, pertanto bisognerebbe usare gli occhiali anche in questo frangente.

Un ultimo consiglio: utilizzare colliri lubrificanti e rinfrescanti durante il periodo estivo, soprattutto se ci si espone al sole, è utile per mantenere il film lacrimale intatto.
Se quest'ultimo si secca la superficie interna della palpebra sfrega sulla parte interna dell'occhio graffiando la superficie e provocando infiammazioni con bruciori e rossore degli occhi.